Allattamento al seno: un modo di sostenere l’infanzia.

by

Il mondo dell’infanzia è da sempre uno dei focus principali di Eco&You e oggi affrontiamo una tematica che sta alla base del comfort dei più piccoli.

Sembrerà banale ma perché un bambino sia sereno è fondamentale che anche la sua mamma lo sia. E se vivere i primi mesi della grande avventura che va sotto il nome di “maternità” è irripetibile e bellissimo, è altrettanto vero che non è sempre facile e che ogni supporto alla neomamma è prezioso.

La sua vita infatti è scandita dai ritmi del nuovo arrivato, e l’esigenza primaria diventa quella dell’allattamento al seno , una pratica che agisce in maniera determinante sulla salute del bebè, un vero e proprio paradigma sanitario ma anche un momento intimo e un tema particolarmente caro alle mamme.

L’allattamento al seno migliora il legame emotivo tra madre e figlio, soddisfa il senso di protezione e di appagamento ma necessita di un minimo di intimità e di comfort per essere vissuto al meglio.

Allattamento al seno: un modo di sostenere l’infanzia.

L’allattamento al seno oggi

Il sentire comune nei confronti dell’allattamento al seno in pubblico sta lentamente cambiando. Nutrire il proprio figlio non deve infatti essere considerata un’attività tabù, ma un momento il più naturale possibile che può essere vissuto anche fuori casa. Perché fuori casa? Chi è madre sa che il bimbo può avere fame – il che implica una poppata più lunga – oppure solo sete – poppata più breve – può essere veloce oppure lento nel nutrirsi anche a seconda del carattere…

Non è così semplice e banale predeterminare le poppate dei neonati, e quindi non lo è nemmeno uscire di casa in funzione di esse! Inoltre organizzare la propria mobilità in funzione delle poppate è probabilmente una limitazione non necessaria.

Il paradigma di allattamento figlio degli anni Settanta e dell’avvento del latte artificiale – con orari fissi, numero definito di poppate nell’arco della giornata, pause di tre ore tra una e l’altra e doppia pesata pre e post pasto – ha disabituato l’opinione pubblica alla percezione dell’allattamento al seno nella sua dimensione naturale. Oggi i maggiori punti di riferimento per la nostra salute, dal Ministero all’OMS, sono concordi nell’identificare nell’allattamento al seno il miglior modo di nutrire il neonato. Solo per citarne alcuni, i benefici dell’allattamento al seno sono tangibili e hanno a che fare con la salute e lo sviluppo dei piccoli: miglioramento dello sviluppo intestinale e minore incidenza delle gastroenteriti, supporto allo sviluppo cerebrale e psicomotorio; riduzione nel rischio di contrarre diabete e obesità infantile così come nell’insorgere di allergie e infezioni alle vie respiratorie.

Facilitare l’allattamento nei luoghi pubblici è quindi un tema che ha aspetti sia culturali che sanitari e pratici. Da dove cominciare? La mamma può indossare abiti comodi che le facilitino la poppata, ma il punto critico solitamente riguarda il luogo in cui allattare. Spesso ci si ritrova costrette a ricorrere a toilette striminzite o a camerini di prova nei negozi: spazi che nascono per altre esigenze, poco comodi. Diventa sempre più evidente la necessità della creazione di spazi per l’allattamento al seno nei luoghi pubblici.

Eco&You, che sostiene l’esigenza di una vita naturale in tutta le sue forme, non poteva che essere della partita.

Allattamento al seno: un modo di sostenere l’infanzia.

Lascia un commento