Vuoi un ufficio sostenibile? Ecco cosa devi fare

by

Alcuni consigli per portare un po’ spirito ecologico nel tuo ambiente di lavoro

Sei una persona attenta e rispettosa dell’ambiente, nel tuo piccolo cerchi di lasciare la tua impronta ecologica ed hai acquisito abitudini che hanno reso la tua quotidianità un perfetto esempio di sostenibilità. Fermati un attimo a pensare. Un terzo della tua giornata dove lo passi? Probabilmente in ufficio. Perché allora non apportare questi stessi accorgimenti che hai nella vita privata anche in quella lavorativa? Si sente sempre più spesso parlare di case ecologiche, ma ora anche l’ufficio vuole la sua parte. Come la casa, anche l’ufficio può essere trasformato in un ambiente ecosostenibile, senza che ciò vada a scapito di efficienza e funzionalità, caratteristiche fondamentali per un luogo di lavoro. Per fare ciò, bastano piccole accortezze.

1. Car sharing, bicicletta o mezzi pubblici.

La svolta ecologica della tua vita lavorativa inizia con il mezzo di trasporto che usi per recarti in ufficio. A meno che tu non guidi l’auto più ecologica al mondo, lasciala in garage più che puoi e rispolvera la cara vecchia bicicletta. E’ vero, la tua macchina è insostituibile, ma in poco tempo ci farai l’abitudine e anche la tuo fisico ti ringrazierà facendoti sentire in splendida forma. Non ne potrai più fare a meno. Se il tuo ufficio è troppo lontano, organizzati con i colleghi più simpatici per un car sharing. Ridurrete drasticamente l’utilizzo di auto e dividerete le spese. Questa volta a ringraziarti sarà il portafogli. In alternativa, come ultima risorsa, ci sono sempre i mezzi pubblici.

2. Risparmia carta

Con la digitalizzazione dei documenti, negli ultimi anni il risparmio di carta è notevolmente aumentato. Puoi tuttavia fare ancora di più, evitando di stampare le email per leggerle e generalmente stampando il meno possibile. Inoltre, utilizza i fogli sia fronte che retro e ricicla quelli già utilizzati per piccoli post-it o appunti vari.

3. Computers e stampanti

Premesso il fatto di utilizzarle il meno possibile, dota le stampanti di cartucce ricaricabili che, ad inchiostro finito, possono essere facilmente riempite con una siringa e riutilizzate. Per le cartucce non ricaricabili invece, appoggiati a servizi esterni in grado di smaltirle in modo appropriato. Ricordati che sono classificate come rifiuti pericolosi e che come tali devono essere trattate. Setta il tuo computer in modalità risparmio energetico, imposta la modalità sleep dopo pochi minuti di attività e riduci la luminosità dello schermo. Qualsiasi pc o laptop presenta questa possibilità. Quando lasci l’ufficio, per pausa pranzo o per tornare a casa, ricordati di spegnere totalmente i dispositivi. Nessun led deve rimanere acceso.

4. Raccolta differenziata

La raccolta differenziata è ormai diventato un obbligo di legge, quindi è opportuno dotare l’ambiente di lavoro di aree per il riciclaggio con contenitori facilmente riconoscibili. Per sensibilizzare i dipendenti, diffondi attraverso email interne delle linee guida per il corretto riciclaggio. Questi accorgimenti avranno sicuramente bisogno di un po’ di tempo per essere assimilati e diventare abitudini, ma prima comincerai a metterli in pratica, prima riuscirai a rendere il tuo ufficio e ambiente di lavoro un luogo ecosostenibile. La soddisfazione è garantita. Per essere eco ed originali, guarda anche i nostri complementi d’arredo per l’ufficio.

Lascia un commento